Cenni storici - Istituto Paritario Bianchi dei Padri Barnabiti

Vai ai contenuti

Menu principale:

Cenni storici

I Barnabiti

L'Ordine dei Barnabiti (Chierici regolari di San Paolo), approvato dalla Chiesa nel 1533, ha come fondatore Sant'Antonio Maria Zaccaria (1502-1539), medico, sacerdote e formatore di forti coscienze cristiane. Egli fu precursore della Riforma Tridentina nel proprio ambiente socio-culturale e diede vita a tre sodalizi: i Barnabiti (nome derivato dalla Chiesa di San Barnaba in Milano), le Suore Angeliche e i laici "Coniugati".

Scopo iniziale dell'Ordine fu il "rinnovamento del fervore cristiano", cioè il ritorno convinto alla pratica cristiana nella vita privata e pubblica, incentrata nell'imitazione del Crocifisso, nella frequenza all'Eucaristia e nella meditazione della Parola di Dio, specialmente delle lettere di San Paolo.

L'impegno scolastico, già in atto nei primi tempi per la formazione dei giovani religiosi e per l'educazione di quei laici che ne facevano domanda, venne stabilito ufficialmente nel Capitolo generale del 1605 con l'apertura a Milano di scuole pubbliche, che raggiunsero presto il grado e il titolo di università. Seguirono rapidamente altre scuole e l'incremento progressivo fece sì che quasi ogni casa barnabitica avesse annessa una scuola. Dopo la soppressione napoleonica la nuova formula del "convitto" accentuò l'aspetto di educazione e formazione, oltre quello di istruzione. Oggi i Barnabiti dirigono scuole proprie in Argentina, Brasile, Cile, Italia e Congo. Anche negli altri paesi in cui essi operano - Afghanistan, Albania, Belgio, Canada, Filippine, Polonia, Ruanda, Spagna, India, Messico, Stati Uniti d'America - i Barnabiti si dedicano all'educazione della gioventù o come insegnanti nelle scuole o come operatori pastorali in parrocchie, santuari, case di spiritualità, oratori, gruppi giovanili e in zone di missione.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu